Compago

...free knowledge

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Manuali Utilità Note sul bios

Note sul bios

E-mail Stampa PDF

Virus Warning / Anti-Virus Protection
Opzioni: Abilitato, Disabilitato, ChipAway
Quando Virus Warning è abilitato, il Bios mostrerà un messaggio di avvertimento ogni volta che c'è un tentativo di accedere al boot sector o alla partition table. Dovresti lasciare questa caratteristica abilitata se possibile. Nota che questo protegge solo il boot sector e la partition table, non l'intero hard disk.
Comunque, questa caratteristica potrebbe provocare dei problemi con l'installazione di alcuni software. Un buon esempio è la routine d'installazione di Win95/98. Quando abilitata, questa caratteristica potrebbe far fallire la routine d'installazione di Win95/98. Disabilitala prima di installare tale software.
Inoltre, molte utilità di diagnostica che accedono al boot sector possono provocare un messaggio di errore. Dovresti disabilitare questa opzione prima di usare tali utilità.
Infine, questa caratteristica è inutile per gli hardisks che girano su controllers esterni con loro Bios. I virus del boot sector potranno bypassare il Bios di sistema e scrivere direttamente su questi hard disks. Questi controllers includono i controllers SCSI ed UltraDMA 66.
Alcune motherboard potrebbero avere il loro codice di anti-virus base (ChipAway) incorporato nel Bios. Abilitandolo si fornirà un'ulteriore protezione anti-virus per il sistema quando sarà capace di scoprire i boot virali prima che essi abbiano l'opportunità di infettare il boot sector dell'hard disk. Nuovamente, ciò è inutile se l'hard disk è su un singolo controller col suo proprio Bios.

CPU Level 1 Cache
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questo settaggio del BIOS può essere usato per abilitare o disabilitare la cache primaria L1 della CPU. Naturalmente, il default da settare è Abilitato.
Questa caratteristica è utile per gli overclockatori che vogliono scoprire la causa del loro insuccesso. Es.. se un Cpu non può arrivare 500MHz con la cache L1 abilitata e viceversa; allora la cache L1 è quella che blocca la Cpu.
Comunque, disabilitare la cache L1 per incrementare l'overclockabilità della Cpu è un'idea errata, specialmente in presenza di CPU estreamamente pipelined come la famiglia dei microprocessori Intel P6 (Pentium Pro, Celeron, Pentium II Pentium III).


CPU Level 2 Cache

Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questo settaggio del BIOS può essere usato per abilitare o disabilitare la cache L2 della Cpu (secondaria). Naturalmente, il default da settare è Abilitato.
Questa caratteristica è utile per gli overclockatori che vogliono trovare la causa del loro insuccesso. Es.. se un Cpu non può arrivare 500MHz con la cache L2 abilitata e viceversa; allora la cache L2 è quella che blocca la Cpu. Glu utenti possono scegliere di disabilitare la cache L2 per raggiungere un più alto overclock ma realmente il gioco non vale la candela.


CPU L2 Cache ECC Checking
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica abilita o disabilita il controllo della funzione ECC della cache L2 (se disponibile). E' condigliabile abilitare questa caratteristica poichè essa otrà intercettare e correggere degli errori di singolo-bit in dati memorizzati nella cache L2. Scoprirà anche errori di doppio-bit ma non li potrà correggere. Inoltre, il controllo di ECC stabilizza il sistema, specialmente ad alte velocità di overclocking quando è molto probabile che si generino molti errori.
Ci sono quelli che sono per la disabilitazione di ECC poichè essa riduce le prestazioni. La differenza della prestazione è assolutamente trascurabile. Comunque, la stabilità e l'affidabilità ottenute attivando l'ECC sono vere e sostanziali. Può anche aiutarti a raggiungere un overclock più alto. Quindi, abilitalo aggiungere stabilità e affidabilità.


Processor Number Feature
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica è valida solo se installi un microprocessore Pentium III.
Probabilmente non apparirà se non hai installato tale processore. Questa caratteristica attiva la lettura del numero di serie del Pentium III con programmi esterni. Abilitala se per te è necessario farlo. Penso però che come la maggior parte delle persone, che dovresti disabilitare questa caratteristica per salvaguardare la tua privacy.


Quick Power On Self Test
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Quando abilitata, questa caratteristica accorcerà alcuni tests e passerà ad altri che sono compiuti durante la procedura di avvio. Il sistema così si avvia molto più rapidamente.
Abilitalo per accelerare l'avvio ma disabilitalo dopo avere fatto qualsiasi modifica al sistema per scoprire eventuali errori che accadere attraverso il Quick Power On Self Test. Dopo che alcuni run della prova errore-liberi, tu inscatoli reenable questa opzione per partire più veloce senza danneggiare la stabilità del sistema.


Boot Sequence
Opzioni:

A, C, SCSI/EXT
C, A, SCSI/EXT
C, CD-ROM, A
CD-ROM, C, A
D, A, SCSI/EXT (solo quando hai almeno 2 hard disks IDE)
E, A, SCSI/EXT (solo quando hai almeno 3 hard disks IDE)
F, A, SCSI (solo quando hai 4 hard disks IDE)
SCSI/EXT, A, C
SCSI/EXT, C, A
A, SCSI/EXT, C
LS/ZIP,C

Questa caratteristica ti consente di settare la sequenza con la quale il Bios cercherà un sistema operativo. Per assicurare il più breve tempo di avvio possibile, seleziona l'hard disk che contiente il sistema operativo come la prima scelta. Normalmente, dovrebbe essere il drive C ma se stai usando un hard disk SCSI, allora seleziona SCSI.
Speciale: Alcune motherboard (es.. ABIT BE6 e BP6) hanno un controller IDE onboard extra. Le opzioni del Bios in queste motherboard sostituiscono le opzioni SCSI con un'opzione EXT. Questo permette al computer di avviarsi da un hard disk IDE sulle porte IDE 3 e 4 (in virtù del controller IDE extra onboard) o da un hard disk SCSI . Se vuoi avviare da un hard disk IDE disabilitando la 1° e la 2° porta IDE, non settare Boot Sequence per avviare con EXT. Nota che questa funzione deve lavorare insieme alla funzione Boot Sequence EXT.


Boot Sequence EXT Means

Opzioni: IDE, SCSI

Questa funzione è valida solo se la funzione Boot Sequence ha i settaggi EXT e se essa deve cooperare con la funzione Boot Sequence. Questa funzione ti permette di settare se il sistema parte da un hard disk IDE che sia connesso a qualsiasi delle due porte aggiuntive IDE che si trovano su alcune motherboard (es.. ABIT BE6 e BP6) o a un hardisk SCSI.
Per partire da un hard disk IDE che sia collegato alla 3° o 4° porta IDE, (se lo permette il controller IDE extra onboard), dovrai settare (prima) la funzione Boot Sequence per per avviare prima con EXT. Per esempio, il settaggio EXT, C, A. Allora, dovrai settare questa funzione, Boot Sequence EXT Means to IDE.
Per partire da un hard disk SCSI, setta la funzione Boot Sequence per avviare prima con EXT. Per esempio il settaggio, EXT, C, A. Allora, dovrai settare questa funzione, Boot Sequence EXT Means a SCSI.


Primo Boot Device
Opzioni: Floppy, LS/ZIP, HDD-0 SCSI, CDROM, HDD-1, HDD-2, HDD-3

LAN, Disabilitato
Questa caratteristica ti permette di settare il primo device dal quale il Bios tenterà di caricare il sistema operativo (OS). Nota che se il Bios è capace di caricare l'OS dal device usando questa caratteristica, non caricherà naturalmente un altro OS, se ne hai un altro su un altro device.
Per esempio, se settassi Floppy come Primo Boot Device, il Bios farà il boot del DOS 3.3 OS che hai messo nel dischetto ma non interferirà sul caricamento di Win2k anche se sta sul tuo hard disk C. Pertanto, ciò è utile per scoprire de iguasti e per installare un OS da un CD.
Il default da settare è Floppy. Ma se non devi partire spesso dal dischetto floppy o se non hai necessità di installare un OS da un CD, è meglio settare il tuo hard disk (di solito HDD-0) come Primo Boot Device. Questo abbrevierà il tempo di avvio.


Secondo Boot Device
Opzioni: Floppy, LS/ZIP, HDD-0 SCSI, CDROM, HDD-1, HDD-2, HDD-3

LAN, Disabilitato
Questa caratteristica ti permette di settare il secondo device dal quale il Bios tenterà di caricare il sistema operativo (OS). Nota che se il Bios è capace di caricare l'OS dal device come Primo Boot Device, ogni settaggio che passerà da questa caratteristica non avrà effetto. Solo se il Bios non riesce a trovare un OS sul Primo Boot Device, allora tenta di trovare e caricarne uno sul Second Boot Device.
Per esempio, se settassi Floppy come Primo Boot Device ma il dischetto non è completamente inserito nel drive, il Bios caricherà allora Win2k sull'hardisk C nel quale è installato (settato come Second Boot Device).
Il settaggio di default è HDD-0 hard disk, che è il primo ad essere scoperto, usualmente quello connesso al canale Primary Master IDE. Se non hai un disco rimovibile settato come Primo Boot Device, questa caratteristica serve a poco. HDD-0 è una scelta eccellente anche se vuoi settare un diverso device che serva come drive alternativo del boot.


Terzo Boot Device
Opzioni: Floppy, LS/ZIP, HDD-0 SCSI, CDROM, HDD-1, HDD-2, HDD-3

LAN, Disabilitato
Questa caratteristica ti permette di settare il terzo device dal quale il Bios tenterà di caricare il sistema operativo (OS). Nota che se il Bios è capace di caricare l'OS dal device come Primo Boot Device o Second Boot Device, qualsiasi settaggio passato da questa caratteristica non avrà effetto. Solo se il Bios non trova un OS sul Primo Boot Device e Second Boot Device, allora tenta di trovare e caricarne uno sul Third Boot Device.
Per esempio, se settassi Floppy come Primo Boot Device e il drive LS-120 guidano come Second Boot Device ma i due drivers sono vuoti, allora il Bios caricherà Win2k sull'hard disk drive C (settato come Third Boot Device).
Il default da settare è LS/ZIP. Se non hai dei drives rimovibil da settare come primo e secondo Boot Devices, questa caratteristica non serve a nulla. LS/ZIP è una scelta eccellente anche se puòi settare un diverso device che serva come un drive alternativo di boot.


Boot Other Device
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica determina se il Bios tenterà di caricare un OS dal Secondo o terzo Boot Device se non riesce a caricarlo dal Primo Boot Device.
Il default è Abilitato e si raccomanda di lasciarlo così. Altrimenti, se il Bios non può trovare un OS nella Primo Boot Device, allora fermerà la procedura di avvio con la comunicazione di errore "Nessun Sistema Operativo Trovato " anche se c'è un OS sul Secondo o Terzo Boot Device.


Swap Floppy Drive
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica è utile se vuoi scambiare la sistemazione logica dei floppy drive. Invece di aprire il case per farlo fisicamente, puòi settare questa caratteristica su Abilitato. Allora, il primo drive sarà mappato come drive B: ed il secondo drive, come drive A; che è l'opposto della solita convenzione.
Questa caratteristica è utile anche se i due floppy drive nel tuo sistema sono di diversi formati e vuoi partire dal secondo drive. Ciò avviene perché il Bios partirà solo dal floppy drive A.


Boot Up Floppy Seek
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica controlla se il Bios cerca un floppy drive per il boot. Se non può trovarne uno (sia a causa di configurazione impropria o di indisponibilità fisica), mostrerà un messaggio d'errore. Scoprirà anche se il floppy drive ha 40 o 80 tracce ma dal momento che tutti i floppy drive in uso oggi hanno 80 tracce, questo segno è ridondante. Questa caratteristica dovrebbe essere settata come Disabilitato per una procedura di avvio più veloce.


Boot Up NumLock Status
Opzioni: On, Off

Questa caratteristica controlla la funzionalità della Tastiera Numerica al boot. Se settata su On, la Tastiera Numerica funzionerà nel modo numerico (per scrivere i numeri) ma se settata su Off, funzionerà nel modo di controllo del cursore (per controllare il cursore).


Opzione Gate A20
Opzioni: Normale, Fast

Questa caratteristica determina come cviene utilizzato il Gate A20 per indirizzare la memoria oltre 1MB. Quando questa opzione è settata su Fast, il chipset della motherboard controlla l'operazione Gate A20. Ma quando è settata su Normal, un pin nel controller della tastiera controlla il Gate A20. Settare Gate A20 su Fast migliora la velocità di accesso alla memoria e così, la velocità complessiva del sistema, specialmente con OS/2 e Windows.
Questo avviene perché l'OS/2 e Windows attivano e disattivano la modalità protetta dal Bios cosìcchè Gate A20 è necessario per attivare e disattivare frequentemente detta modalità. Settando questa caratteristica a Fast si migliora l'acceso alla memoria oltre 1MB perché il chipset è molto più veloce del controller della tastiera per alternare il Gate A20. Si raccomanda di settarlo a Fast per accessi alla memoria più veloci.

 

IDE HDD Block Mode
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

La caratteristica IDE HDD Block Mode velocizza l'accesso all'hard disk trasferendo i dati da settori multipli invece di usare il vecchio modo di trasferimento single sector. Quando l'abiliti, il Bios scoprirà automaticamente se il tuo hard disk sopporta il trasferimento a blocchi e configurerà gli adeguati settaggi di trasferimento di blocco. Fino a 64KB di dati possono essere trasferiti con interrupt con l'IDE HDD Block Mode abilitato. Dal momento che adesso virtualmente tutti gli hard disks suportano questa modalità, non c'è ragione perché l'IDE HDD Block Mode non debba essere abilitato.
Comunque, se stai girando con WinNT, guardatene dall'attivarlo. Secondo Chris Bope, Windows NT non supporta l'IDE HDD Block Mode e abilitarlo può provocare la distruzione dei dati. Ryu Connor ha confermato ciò spedendomi un link ad un articolo della Microsoft su un'operazione IDE Migliorata sotto WinNT 4.0. Secondo questo articolo, l'IDE HDD Block Mode (e 32-bit Disk Access) può provocare la distruzione dei dati in alcuni casi. Microsoft raccomanda agli utenti di WinNT 4.0 di disabilitarlo.
D'altra parte Lord Mike ha chiesto a qualcuno ben informato che disse che il problema della distruzione dei dati è stato preso molto seriamente dalla Microsoft e che è stato corretto con il Service Pack 2.
Anche se lui non ha potuto avere una conferma ufficiale dalla Microsoft, probabilmente è abbastanza sicuro che si può abilitare l'IDE HDD Block Mode girando con WinNT, dopo aver installato il Service Pack 2.
Se disabiliti l'IDE HDD Block Mode, solo 512 bytes di dati possono essere trasferiti ad ogni interrupt. Inutile dire, che questo degrada piuttosto un po' la prestazione. Quindi, disabilita l'IDE HDD Block Mode solo se adoperi WinNT. Diversamente, dovrai abilitarlo per la massima prestazione.


32-bit Disk Access

Opzioni: Abilitato, Disabilitato

32-bit Disk Access è un nome sbagliato poichè non permette relamente l'accesso a 32-bit dall'hard disk. Quello che fa davvero è di settare il controller IDE per combinare due letture a 16-bit dall'hard disk in un solo termine di trasferimento a 32-bit al microprocessore. Questo rende più efficiente l'uso del bus PCI in quanto sono necessarie meno operazioni per il trasferimento di una particolare quantità di dati.
Tuttavia, secondo un articolo della Microsoft sull'operazione Enhanced IDE sotto WinNT 4.0, l'accesso al disco a 32-bit può provocare comunque, il danneggiamento dei dati sotto WinNT in alcuni casi. Microsoft raccomanda agli utenti di WinNT 4.0 di disabilitare il 32-bit Disk Access.
D'altra parte Lord Mike chiese a qualcuno esperto e questi disse che il problema del danneggiamento dei dati fu preso molto seriamente dalla Microsoft, tanto che esso è stato corretto attraverso il Service Pack 2.
Anche se lui non ha potuto avere una risposta ufficiale dalla Microsoft, probabilmente è abbastanza sicuro abilitare l'IDE HDD Block Mode se stai usando WinNT, dopo aver installato il Service Pack 2.
Se disabilitato, i trasferimenti dei dati dal controller IDE al microprocessore avverranno solo a 16-bit. Questo chiaramente degrada la prestazione, così dovresti abilitarlo se possibile. Disabilitalo solo se pensi che ci possa essere una qualsiasi possibilità di danneggiamento dei dati.


Typematic Rate Setting

Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica abilita il controllo della percentuale di ripetizione della battuta del tasto quando lo lasci premuto. Quando abilitata, puòi aggiustare manualmente i settaggi usando i due controlli typematic (Typematic Rate e Typematic Rate Delay). Se disabilitato, il Bios userà il settaggio di default.
Typematic Rate (Chars/Sec)
Opzioni: 6, 8, 10, 12, 15, 20, 24, 30
Questa è la percentuale alla quale la tastiera ripeterà la battuta del tasto se lo tieni premuto. Questo settaggio funzionerà solo se Typematic Rate Setting è Abilitato.
Typematic Rate Delay (Msec)
Opzioni: 250, 500, 750, 1000
Questo è il ritardo, in millisecondi, prima che la tastiera ripeta automaticamente la battuta del tasto lasciato pressato. Questo settaggio funzionerà solo se Typematic Rate Setting è Abilitato.


Security Setup

Options : System, Setup

Questa opzione funzionerà solo dopo aver creato un PASSWORD SETTING nello schermo principale del Bios.
Settando questa opzione a Sistema forzerà il Bios a chiedere la password ogni volta che avvii il computer.
Se scegli Setup, allora la password è richiesta solo per accesso nei menu di setup di Bios. Se tu scegli Setup, allora la password è richiesta solo per l'accesso ai menu di setup del Bios. Questa opzione è utile per il responsabile del sistema o per il fornitore del computer.


PCI/VGA Palette Snoop
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa opzione è utile solo se usi una scheda MPEG o una scheda aggiuntiva che si avvalga del Feature Connector della scheda grafica. Essa corregge la riproduzione del colore alterato " curiosando " nella memoria del framebuffer della scheda grafica e cambiando (sincronizzando) le informazioni rilasciate dal Feature Connector della scheda grafica all'MPEG o alla scheda aggiuntiva. Risolverà anche il problema di inversione del Display ad uno schermo nero dopo aver usato la scheda MPEG.

 

Assign IRQ For VGA
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Molte schede di accelerazione grafica di alto livello adesso richiedono un IRQ per funzionare correttamente. Disabilitare questa caratteristica con tali schede provocherà un'impropria operazione and/or di scarsa prestazione. Così, è meglio assicurarsi di aver abilitato questa caratteristica se hai problemi con la tua scheda acceleratrice.
Alcune schede più scarse normalmente non hanno bisogno di un IRQ per funzionare. Controlla la documentazione della tua scheda grafica (il manuale). Se afferma che la scheda non richiede un IRQ, allora puòi disabilitare questa caratteristica per utilizzare un IRQ per altri usi. Nell'incertezza, è meglio lasciarla abilitata almeno che effettivamente non ci sia necessità di un IRQ.


MPS Version Control For OS
Opzioni: 1.1, 1.4

Questa opzione è valida solo per le motherboard multiprocessore che specificano la versione del Multiprocessor Specification (MPS) che la motherboard userà. Gli MPS sono una specifica con la quale i fabbricanti di PC disegnano e costruiscono l'architettura dei sistemi Intel con due o più microprocessori.
MPS version 1.4 aggiunge le tabelle di configurazione estesa per migliorare il supporto per configurazioni multiple di bus PCI e migliora le espandibilità future. Esso è richiesto anche per un bus PCI secondario che lavori senza bisogno di una connessione. Le nuove versioni dei sistemi operativi dei server in generale supporteranno l'MPS 1.4 e pertanto, dovresti cambiare il Bios Setup dal default 1.1 a 1.4 se il tuo sistema operativo supporta la versione 1.4. Lascialo a 1.1 solo se stai girando con un vecchio sistema operativo.
Eugene Tan mi ha informato che il settaggio per WinNT dovrebbe essere 1.4.


OS Select For DRAM > 64MB
Opzioni: OS/2, Non-OS/2

Quando la memoria del sistema è maggiore di 64MB, OS/2 differisce dagli altri sistemi operativi (OS) nel modo di gestire la RAM. Quindi, per sistemi OS/2 di IBM scegli OS/2 e per altri sistemi operativi, seleziona Non-OS/2.


HDD S.M.A.R.T. Capability
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa opzione abilita/disabilita il supporto per l'hard disk dotati di S.M.A.R.T. La tecnologia S.M.A.R.T. (Self Monitoring Analysis And Reporting) è supportata dalla maggior parte degli hard disks in circolazione e permette una prima predizione avvertendo un futuro guasto dell'hardisk. Dovresti abilitarla così che le utility S.M.A.R.T. possano esaminare la condizione dell'hard disk. L'abilitazione inoltre permette l'esame dell'hard disk su una rete. Non c'è caduta di prestazioni nel disabilitarlo anche se non intendi usare la tecnologia S.M.A.R.T.
C'è comunque, una possibilità che l'abilitazione dello S.M.A.R.T possa provocare un riavvio spontaneo in computers in rete. Johnathan P. Dinan ricorda di un esperienza simile con S.M.A.R.T. abilitato. Lo S.M.A.R.T. può spedire pacchetti di dati attraverso la rete anche se non c'è niente da esaminare nei pacchetti di dati. Questo ha provocato il riavvio spontaneo che lui aveva esperimentato (Commento #103). Quindi, prova a disabilitare l'HDD S.M.A.R.T. se ti accorgi di riavvii o craches mentre sei in rete.


Report No FDD For Win95
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Se stai usando Windows 95/98 senza un floppy drive, seleziona Abilitato per rilasciare l'IRQ6. Questo forza a passare per il test SCT di Windows 95/98. Dovresti disabilitare anche l'Onboard FDC Controller nella schermata di Integrated Peripherals quando non c'è un floppy drive nel sistema. Se setti questa caratteristica a Disabilitato, il Bios non riporta in Win95/98 il messaggio di assenza del floppy drive.
Delay IDE Initial (Sec)
Opzioni: 0, 1 2, 3..., 15
Oggi la procedura di avvio dei nuovi BIOS è molto è più veloce. Così, alcuni devices IDE non sono così veloci da essere trovati dal Bios durante l'avvio della macchina. Questo settaggio è usato per ritardare l'inizializzazione di tali apparecchiature IDE durante la procedura di avvio.
Lascialo a 0 se possibile avviare più velocemente il sistema. Ma se uno o più devices IDE falliscono l'inizializzare durante l'avvio, aumenta il valore di questo settaggio fino a trovare il valore per il quale tutti i devices si avviano correttamente.


Video BIOS Shadowing
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Quando questa caratteristica è abilitata, il Video Bios vienecopiato sulla RAM di sistema per un accesso più rapido. Lo Shadow migliora la prestazione del BIOS' perché esso può essere letto adesso dalla Cpu attraverso il bus a 64-bit DRAM in confronto al bus 8-bit XT. Questo sembra abbastanza attraente dal momento che ciò porta ad un aumento almeno del 100% del transfer rate e l'unico prezzo è la perdita di un po' di RAM di sistema che viene usata per copiare i contenuti della ROM.
Comunque, i sistemi operativi moderni baypassano completamente il Bios ed accedono direttamente all'hardware della scheda grafica. Quindi, non viene effettuata nessuna chiamata del Bios e non c'è nessun beneficio dal Bios Shadowing. Alla luce di tutto questo, non c'è motivo di sprecare RAM per ombreggiare il Video Bios quando non esso è viene usato affatto.
Ryu Connor mi ha confermato utto questo spedendomi un link ad un articolo della Microsoft sullo Shadowing BIOS sotto WinNT 4.0. Secondo questo articolo, effettuando lo shadowing BIOS non provoca miglioramenti di prestazioni perché non è viene usato da WinNT. Si sprecherà solo memoria. Anche se l'articolo non dice nulla su Win9x, vale lo stesso per Win9x in quanto è basato sulla stessa architettura Win32.
Inoltre, alcuni manuali alludono anche alla possibilità di instabilità del sistema quando alcuni giochi accedono alla regione della RAM che già è usata per lo shading del Video Bios. Questo è comunque l'annoso problema di come la regione nascosta della RAM debba essere mossa lontano dalla portata dei programmi.
Come potrebbe essere un problema se viene nascosta solo 32KB del video BIOS. I nuovi Video BIOS sono più grande di 32KB in dimensione ma se anche solo 32KB vengono nascosti ed il resto viene lasciato nelle loro ubicazioni originali, allora possono insorgere problemi di instabilità quando si accede al Bios. Quindi, se intendi nascondere il video Bios, dovrai assicurarti che l'intero video Bios sia nascosto. In molti casi solo la regione C000-C7FF viene nascosta per default. Per correggere, avrai bisogno di:
- abilitare il video Bios shadowing (per la regione C000-C7FF) ed abilitare lo shadowing delle parti rimanenti, es.. C800-CBFF, finché l'intero video Bios è nascosto.
Finalmente, la maggior parte delle schede adesso, vengono fornite con Flash ROM (EPROM) che è molto è più veloce del vecchio ROM e più veloce anche della DRAM. In questo modo non c'è più bisogno di nascondere il video Bios e di questo ce ne può essere anche un vantaggio in termini di prestazioni! Inoltre, non dovrai nascondere il video Bios se la tua scheda grafica arriva con una Flash ROM perché non saresti capace di aggiornare i suoi contenuti se lo shadowing è abilitato.
D'altra parte, si può ancora fare uso di questa caratteristica. Alcuni giochi DOS ancora si avvalgono del video Bios poichè essi non accedono direttamente al microprocessore grafico (anche se la maggior parte dei disegni lo fanno). Quindi, se avvii un gioco in DOS molto vecchio, puòi provare ad abilitare lo Video BIOS Shadowing per migliorare la prestazione.
Questo consiglio è stato dato da Ivan Warren.
Per una completa rassegna del video BIOSes e del suo shadowing, controlla la spiegazione di William Patrick McNamara:
- L'intero problema è storico in natura. Nle passato, quando avere una scheda video VGA era una gran cosa, le schede grafiche erano abbastanza stupide ed anche abbastanza semplici. Esse assommavano a una fetta di memoria che rappresentava i pixels sullo schermo. Per modificare un pixel, cambiavi la memoria che lo rappresentava. Cose come palettes per il cambio di colore, risoluzioni dello schermo, etc. erano fatte scrivendo su un gruppo di registri sulla scheda video. Comunque, tutto era a carico del microprocessore.
Allora interfacciando i vari hardware, dialogare con la scheda video dipendeva dalla scheda che avevi installato. Per cercare di risolvere il problema, la scheda video incluse un microcircuito per il Bios. Piuttosto semplicemente il video Bios era un'estensione del Bios di sistema. Era semplicemente un gruppo documentato di funzioni che chiamavano un programma da usare per interfacciare col chipset del video.
Quindi perché è stato necessario lo shadowing del Bios? La memoria usata per memorizzare il Bios su una scheda video di solito è di tipo EPROM (Electrically Programmable Read Only Memory). Una EPROM molto veloce ha un tempo di accesso di 130-150ns che è quasi uguale alla memoria in un computer basato su un 8086. Inoltre, l'ampiezza del bus è di 8bits. Quando i computer diventarono più veloci (x386, x486 ecc) e i giochi avevano molta grafica, le chiamate al Bios erano il maggior collo di bottiglia. Per cercare di risolvere il problema, il video Bios fu portato alla più veloce memoria di sistema a 16bit per aumentare lep restazioni.
attualmente molti giochi in DOS realmente chiamano il BIOS raramente. La maggior parte dialoga direttamente con chipset se possibile.
Un veloce sommario: In quei " vecchi giorni ", il video Bios realmente non aveva molto da fare per far girare la scheda video. Forniva semplicemente un set di chiamate della funzione per rendere più facile la vita degli sviluppatori.
" Ed adesso è una cosa completamente diversa....."
Le nuove schede video, quello cone le funzioni di accelerazione, ricadono in una diversa categoria. Esse realmente hanno un microprocessore sulla scheda. Nello stesso modo in cui il Bios di sistema chiama il microprocessore per avviare il tuo computer, il video Bios richiama il microprocessore video per visualizzare le immagini. La ragione per la quale la nuova scheda comprende la Flas ROM, è che i fabbricanti possono riparare qualsiasi difetto insito nel codice. Qualunque sistema operativo che usi le caratteristiche accelerate di una scheda video, comunica direttamente col microprocessore sulla scheda, dandogli un gruppo di comandi. Questo è il lavoro del video driver. L'idea è che i driver si presentano al sistema operativo con un set di istruzioni funzione di chiamata. Quando queste istruzionivengono eseguite, il driver chiama i comandi appropriati al microprocessore video. Il microprocessore video esegue i comandi che vengono indicati dal orogramma (video Bios).
Quanto sia shadowing il video Bios, non si importa. Windows, Linux, o qualsiasi altro OS che non usano mai direttamente le funzioni accelerate comunicano col video Bios. L'ole del DOS comunque serve ancora, e le stesse funzioni che esistono nelle schede VGA esistono nelle nuove schede 3D. In funzione di come l'interfaccia video viene scritta sui programmi DOS, esse possono trarre profitto dall'avere il video Bios shadowed.
2° Sommario rapido: Nelle attuali scede video accelerate, il lavoro principale del video Bios è di fornire un programma per il microprocessore video (RIVA TNT2, Voodoo3 etc.) da eseguire così da poter fare il suo lavoro.
L'interfaccia tra la scheda video e il software è realizzata attraverso un set di comandi fornito dal driver e realmente non ha niente a che fare col video Bios. La vecchia funzione del Bios è ancora è disponibile per mantenere la compatibilità con la VGA.


Shadowing Address Ranges (xxxxx-xxxxx Shadow)
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa opzione ti permette di decidere se il blocco di memoria di una scheda aggiuntiva nel campo dell'indirizzo xxxxx-xxxxx sarà shadowed o no.
Lascialo disabilitato se non hai una scheda aggiuntiva usando quel campo di memoria. Inoltre, come il Video BIOS Shadowing, non c'è nessuna utilità ad abilitare questa opzione con Win95/98 se hai i drivers corretti per la tua scheda aggiuntiva.
Ryu Connor lo ha confermato spedendomi un link ad un articolo della Microsoft sullo Shadowing BIOS WinNT 4.0. Secondo questo articolo, lo Shadowing BIOS non provoca miglioramenti di prestazione perché non è usato da WinNT. Si sprecherà solo memoria. Anche se l'articolo non dice nulla su Win9x, è lo stesso per Win9x in quanto è basato sulla stessa architettura di Win32.
Inoltre, Ivan Warren avverte che se stai usando una scheda aggiuntiva che usa una parte dell'area CXXX-EFFF come I/O, allora lo shadowing allora probabilmente impedisce alla scheda di lavorare perché le richieste della memoria R/W probabilmente non passano al bus ISA.

 

SDRAM CAS Latency Time
Opzioni: 2, 3

Controlla il tempo di ritardo (in cicli clock - CLKs) che intercorre prima che la SDRAM avvii l'esecuzione di un comando letto dopo averlo ricevuto. Ciò determina anche il numero di CLKs per il completamento della prima parte di un burst transfer. Così, abbassando il ritardo, si velocizzerà l'operazione. Comunque, alcune SDRAM non si occupano della latenza più bassa e ciò provoca instabilità e perdita di dati.
Quindi, setta l'SDRAM CAS Latency Time a 2 per una prestazione ottimale e se possibile aumentalo a 3 se il tuo sistema diventa instabile.


SDRAM Cycle Time Tras/Trc

Opzioni: 5/6, 6/8

Questa caratteristica alterna il minimo numero di clocks richiesti per il Tras and the Trc of the SDRAM.
Tras si riferisce a SDRAM's Row Active Time che è la lunghezza di tempo nel quale la fila è aperta per i trasferimenti dei dati. È anche noto come Minimum RAS Pulse Width.
Trc, d'altra parte si riferisce al Time del Ciclo della Fila del SDRAM per il quale determina la lunghezza di tempo l'intero fila-apriti, fila-aggiorna ciclo per completare.
Il default da settare è 6/8 che è più stabile e più lento di 5/6.
Comunque, a 5/6 cicli la SDRAM è più veloce ma non può lasciare la fila aperta abbastanza a lungo per completare le operazioni dei dati. Questo è vero specialmente alla velocità di clock della SDRAM sopra i 100MHz. Perciò, puòi provare a 5/6 per migliorare la prestazione della SDRAM ma dovresti aumentarlo a 6/8 se il tuo sistema diventa instabile.


SDRAM RAS-to-CAS Delay
Opzioni: 2, 3

Questa opzione ti permette di inserire un ritardo tra i segnali RAS (Row Address Strobe) e CAS (Column Address Strobe). Ciò accade quando la SDRAM, scritta, letta o è aggiornata. Naturalmente, riducendo il ritardo migliora la prestazione della SDRAM mentre aumentandolo si riduce la prestazione.
Quindi, riduci il ritardo dal valore di default da 3 a 2 per migliorare prestazione della SDRAM. Comunque, se hai instabilità nel sistema dopo avere ridotto il delay, riporta il valore a 3.


SDRAM RAS Precharge Time
Opzioni: 2, 3

Questa opzione setta il numero di cicli richiesti perché il RAS possa caricarsi prima di aggiornare la SDRAM. Riducendo la percentuale a 2 si migliora la prestazione della SDRAM ma se il tempo di precaricadi 2 è insufficiente per la SDRAM installata, essa non può essere aggiornata adeguatamente e non può riuscire a mantenere i dati.
Quindi, per migliore la prestazione della SDRAM, setta SDRAM RAS Precharge Time a 2 ma aumentalo a 3 se noti instabilità del sistema dopo avere ridotto il tempo di precarica.


SDRAM Cycle Length
Opzioni: 2, 3

Questa caratteristica è simile a SDRAM CAS Latency Time. Essa controlla il tempo di ritardo (in cicli clock - CLKs) che passa prima che la SDRAM inizi ad eseguire un comando letto dopo averlo ricevuto. Questo determina anche il numero di CLKs per il completamento della prima parte di un burst transfer. Così, riducendo la lunghezza del ciclo, si velocizza l'operazione. Comunque, alle volte la SDRAM non può occuparsi della lunghezza del ciclo più bassa e può diventare instabile.
Quindi, setta la SDRAM Cycle Length a 2 per una prestazione ottimale ma aumenta la a 3 se il tuo sistema diventa instabile.


SDRAM Leadoff Command
Opzioni: 3, 4

Questa opzione ti permette di aggiustare il tempo leadoff necessario prima che i dati memorizzati nella SDRAM siano accessibili. In diversi casi, è il tempo di accesso per il primo elemento dei dati in un burst. Per una prestazione ottimale, setta il valore a 3 per la SDRAM per velocizzare i tempi ma aumentalo a 4 se il sistema diventa instabile.


SDRAM Bank Interleave
Opzioni: 2-Bank, 4-Bank, Disabled

Questa caratteristica ti consente di settare il modo interlave dell'interfaccia dell'SDRAM. L'interleaving consente ai banchi SDRAM di avvicendarsi tra di loro l'accesso e l'aggiornamento dei cicli. Un banco effettuerà l'aggiornamentodel ciclo mentre un altro l'accesso. Questo migliora le prestazione dell'SDRAM mascherando il suo tempo di aggiornamento di ogni banco.
Ogni DIM SDRAM consiste di 2 banchi o di 4 banchi. 2-banchi SDRAM usano chips di 16Mbit SDRAM che sono solitamente di 32MB o meno.
4-banchi SDRAM DIMMs, d'altra parte di solito usano chips di 64Mbit SDRAM tuttavia la densità delle SDRAM può arrivare fino a 256Mb per microcircuito. Tutte le DIM SDRAM di almeno 64MB o più grandi sono formate da 4-banchi.
Se stai usando una sola DIM SDRAM a due banchi, setta questa caratteristica a 2-Bank. Ma se hai due DIM con due banchi SDRAM, puòi usare 4-Bank. Se stai usando DIMM SDRAM a 4 banchi, puòi settare 2-Bank o 4-Bank interleave.
Naturalmente, 4-Bank interleave è meglio che 2-Bank interleave così se possibile, settalo per 4-Bank. Usa 2-Bank solo se stai usando una sola DIMM SDRAM a 2 banchi. Comunque, nota che Award (adesso fa parte di Phoenix Technologies) raccomanda che il banco SDRAM interleave dev'essere disabilitato se vengono usate DIMM SDRAM a 16Mbit.


SDRAM Precharge Control
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica determina se il microprocessore o la stessa SDRAM controlla il precaricamento dellla SDRAM. Se questa opzione è disabilitata, tutti i cicli della Cpu alla SDRAM risulteranno in All Banks Precharge Command sull'interfaccia della SDRAM che migliora la stabilità ma riduce la prestazione.
Se questa caratteristica è abilitata, i precarimamenti vengono lasciati alla stessa SDRAM. Questo riduce il numero di volte che la SDRAM è precaricata dal momento che i cicli multipli della CPU alla SDRAM può avvenire prima che la SDRAM necessiti di aggiornamento. Quindi, abilitala per una prestazione ottimale se non osservi instabilità del sistema con questa opzione abilitata.


DRAM Data Integrity Mode
Opzioni: ECC, Non-ECC

Questo settaggio del BIOS è usato per configurare il modo data integrity della RAM. ECC vuole dire Error Checking and Correction e si dovrebbe usare solo se stai usando una speciale RAM 72-bit ECC. Questo abiliterà il sistema a scoprire e correggere gli errori del singolo-bit. Scoprirà anche gli errori di doppio-bit anche se non li correggerà. Questo assicura una maggiore integrità dei dati e stabilità del sistema a spese di una piccola riduzione di velocità.
Se hai una RAM ECC, abilitalo (setta ECC) per trarre beneficio dalla maggiore integrità dei dati. Dopo tutto, hai già speso abbastanza per la costosa RAM ECC quindi perché non la usi? Se tu non hai una RAM ECC, scegli invece Non-ECC.


Read-Around-Write
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica del Bios permette al microprocessore di eseguire la lettura dei comandi senza ordine, come se essi fossero indipendenti dalla loro scrittura. Quindi, se un comando letto punta ad un indirizzo della memoria scritto per ultimo i (contenuto) nella cache (aspettando di essere copiato in memoria), il comando letto sarà soddisfatto invece dai contenuti della cache. Questo nega il bisogno per il comando letto di andare in tutti i modi alla DRAM e migliora l'efficienza del sottosistema della memoria. Quindi è raccomandato abilitare questa caratteristica.


System BIOS Cacheable
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica è valida solo quando il Bios del sistema è shadowed. Abilita o disabilita il caching del sistema BIOS ROM a F0000h-FFFFFh con la cache L2. Questo molto velocizza gli accessi al Bios di sistema. Comunque, questo non si traduce in una migliore prestazione del sistema poichè l'OS non ha molto bisogno di accedere il Bios di sistema.
Pertanto, sarebbe un spreco del bandwidth della cache L2 alla cache del Bios di sistema invece dei dati che sono più critici per la prestazione del sistema. Inoltre, se qualsiasi programma scrive in questa area della memoria, darà luogo ad un crash del sistema. Quindi, si raccomanda di disabilitare il System BIOS Cacheable per una prestazione ottimale del sistema.


Video BIOS Cacheable
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica è valida solo quando il video Bios è shadowed. Abilita o disabilita il caching del video Bios ROM al C0000h-C7FFFh con la cache L2. Questo velocizza gli accessi al video Bios. Comunque, questo non si traduce in una migliore prestazione del sistema poichè l'OS aggira direttamente il Bios usando i driver grafici per accedere all'hardware della scheda video.
Pertanto, sarebbe un spreco del bandwidth della cache L2 alla cache del Bios di sistema invece dei dati che sono più critici per la prestazione del sistema. Inoltre, se qualsiasi programma scrive in questa area della memoria, darà luogo ad un crash del sistema. Quindi, si raccomanda di disabilitare il Video BIOS Cacheable per una prestazione ottimale del sistema.


Video RAM Cacheable
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica abilita o disabilita il caching del video RAM a A0000h-AFFFFh con la cache L2. Questo presuppone un'accelerazione agli accessi alla RAM video. Comunque, questo non si traduce in una migliore prestazione del sistema.
Molte schede grafiche ora hanno un RAM bandwidth di 5.3GB/s (128bit x 166MHz DDR) e questo numero sta continuamente crescendo. Il bandwidth della SDRAM intanto è fissato intorno a 0.8GB/s (64bit x 100MHz) o al massimo 1.06GB/s (64bit x 133MHz) se stai usando un sistema PC133. Adesso, anche se un Pentium III 650 può avere un bandwidth di cache L2 di approssimativamente 20.8GB/s (256bit x 650MHz), ha più senso per la cache il reale sistema SDRAM lento invece della RAM della scheda grafica.
Inoltre nota che il caching della RAM video non ha molto anche con un elevato bandwidth del Pentium III. Questo avviene perché la RAM video comunica con la cache L2 con il bus AGP che ha un bandwidth massimo di solo 1.06GB/s con il protocollo AGP4X. Attualmente, questo bandwidth è dimezzato nel caso che la cache L2 nasconda la RAM della scheda grafica perché i dati devono passare in due direzioni.
Inoltre, se qualsiasi programma scrive in questa area di memoria, darà luogo ad un crash di sistema. Quindi, c'è un beneficio molto piccolo nel nascondere la RAM della scheda video. Sarebbe invece molto meglio usare la cache L2 del microprocessore per cachare il sistema SDRAM. Si raccomanda di disabilitare la RAM Video Cacheable per una prestazione del sistema ottimale.


Memory Hole At 15M-16M
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Alcune speciali schede ISA richiedono questa area di memoria per lavorare. Abilitando questa funzione si riserva l'area di memoria per la scheda. Si eviterà anche che il sistema acceda alla memoria sopra i 16MB.
Questo vuole dire che se abiliti questa funzione, il tuo OS può usare solo fino a 15MB di RAM, indipendentemente da quanta RAM realmente ha il tuo sistema. Quindi, disabilita sempre questa funzione se non hai schede ISA che richiedono questa area di memoria per lavorare.


8-bit I/O Recovery Time
Opzioni: NA, 8, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Il bus PCI è molto più veloce del bus ISA. Quindi, perché le schede ISA lavorino propriamente con i cicli I/O da bus PCI, il meccanismo di recupero del bus I/O aggiunge ulteriori cicli clock tra ongi ciclo consecutivo PCI originato dai cicli I/O al bus ISA.
Per default, il meccanismo di ricupero del bus aggiunge un minimo di 3.5 cicli clock tra ogni consecutivo ciclo 8-bit8-bitI/O al bus ISA. Abilita le precedenti opzioni per aggiungere qualche ciclo clock tra ogni 8-bit I/O consecutivo al bus ISA. Scegliendo NA si setta il numero di cicli di ritardo al minimo clock di 3.5 cicli.
Quindi, setta 8-bit I/O Recovery Time a NA se possibile, per una prestazione del bus ISA ottimale. Aumenta l' I/O Recovery Time solo se hai problemi con la tua scheda ISA 8-bit. Nota che questa funzione non ha significato se non usi qualsiasi scheda ISA.


16-bit I/O Recovery Time
Opzioni: NA, 4, 1, 2, 3

Il bus PCI è molto più veloce del bus ISA. Quindi, perché le schede ISA possano lavorare propriamente con i cicli I/O dal bus PCI, il meccaniscmo di recupero del bus I/O aggiunge ulteriori cicli clock del bus tra ciascun ciclo consecutivo PCI originato da icisli I/O al bus ISA.
Per default, il meccanismo di ricupero del bus aggiunge un minimo di 3.5 cicli clock tra ogni 16-bit consecutiva che I/O cicli al bus ISA. Le opzioni sopra di abilitati per aggiungere anche più orologio cicli tra ogni ciclo consecutivo 16-bit I/O al bus ISA. Scegliendo NA si setta il numero di cicli di ritardo al minimo di 3.5 dei cicli clock.
Quindi, setta 16-bit I/O Recovery Time a NA se possibile per una prestazione del bus ISA ottimale. Aumenta solo l'I/O Recovery Time se pensi di avere problmeni con la tua scheda 16-bit ISA. Nota che questa funzione non ha significato se non stai usando una scheda ISA.


Passive Release

Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Se Passive Release è abilitato, l'accesso al bus Cpu-a-PCI è permesso durante il passive release del bus PCI. Quindi, il microprocessore può accedere al bus PCI quando accede al bus ISA.
Altrimenti, arbitrariamente accetta solo un altro accesso master PCI alla DRAM locale. In altre parole, solo un altro bus master PCI può accedere al bus PCI, non il microprocessore. Questa funzione è usata per aspettare la latenza del bus master ISA che molto è più lunga di quella del bus master PCI.
Abilita Passive Release per una prestazione ottimale. Disabilitalo solo se riscontri dei problemi con le tue schede ISA.


Delayed Transaction
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica è usata per soddisfare la latenza dei cicli dei bus PCI e dal bus ISA. Il bus di ISA è molto, molto più lento del bus PCI. Così, i cicli PCI a e dal bus ISA hanno bisogno di un maggior tempo per completarsi e questo rallenta il bus PCI.
Comunque, abilitando il Delayed Transaction si abilita i gruppi inclusi a 32-bit inviati a scrivere nel buffer per sostenere i cicli di transazione in ritardo.
Questo vuole dire che le transazioni verso e dal bus ISA sono memorizzate e che il bus PCI può essere liberato per compiere altre transazioni mentre si sta preparando una transazione ISA.
Questa opzione dovrebbe essere abilitata per migliore la prestazione e soddisfare le specifiche PCI 2.1. Disabilitala solo se le tue schede PCI non possono funzionare propriamente o se stai usando una scheda ISA che non sia conforme al PCI 2.1.


PCI 2.1 Compliance
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa è la stessa cosa del Delayed Transaction.
Questa caratteristica è usata per soddisfare la latenza dei cicli PCI verso e dal bus ISA. Il bus ISA è molto, molto più lento del bus PCI. Così, per i cicli PCI verso e dal bus ISA occorre molto più tempo per completarsi e questo rallenta il bus PCI.
Comunque, abilitando il Delayed Transaction si abilita i gruppi inclusi a 32-bit inviati a scrivere nel buffer per sostenere i cicli di transazione in ritardo. Questo vuole dire che le transazioni verso e dal bus ISA sono memorizzate e che il bus PCI può essere liberato per compiere altre transazioni mentre si sta preparando una transazione ISA. preparazione.
Questa opzione dovrebbe essere abilitata per migliore la prestazione e soddisfare le specifiche PCI 2.1. Disabilitala solo se le tue schede PCI non possono funzionare propriamente o se stai usando una scheda ISA che non è conforme al PCI 2.1.

 

AGP Aperture Size (MB)
Opzioni: 4, 8, 16, 32, 64, 128, 256

Questa opzione seleziona la dimensione dell'apertura AGP. L'apertura è una parte del campo di indirizzo di memoria PCI dedicata allo spazio per l'indirizzo della mamoria grafica. I cicli host che hanno colpito la aperture range sono spediti all'AGP senza bisogno di traslazione. Questa dimensione determina anche la massima quantità di RAM di sistema che può essere allocata alla scheda grafica per memorizzare le textures.
AGP Aperture size è settato dalla formula: massima dimensione di memoria di AGP usabile x 2 +12MB. Questo vuole dire che dimensione di memoria AGP usabile è meno della metà della dimensione di aperture AGP. Ciò avviene perché il sistema ha bisogno della memoria AGP (non cached) più una uguale quantità di area di scrittura della memoria combinata ed di ulteriori 12MB per l'indirizzamento virtuale. Questo è lo spazio dell'indirizzo, la memoria non fisica usata. La memoria fisica è allocata e rilasciò quando necessario solo quando Direct3D crea una chiamata "create non-local surface".
Win95 (con VGARTD.VXD) e Win98 usa un " effetto cascata". Le superfici sono create prima in memoria locale. Quando questa memoria è piena, la superficie creata si riversa nella memoria AGP ed poi nella memoria di sistema. Quindi, l'uso della memoria è ottimizzato automaticamente per ogni applicazione. L'AGP e la memoria di sistema non sono usate se non assolutamente necessario. La dimensione di apertura non corrisponde alla prestazione quindi aumentandola non migliorerà la prestazione. Molte schede grafiche comunque richiedono una dimensione di apertura AGP più grande di 8MB per lavorare propriamente pertanto avrai bisogno di settare un minimo di 16MB come dimensione di apertura AGP. Anche così, dovrai settare la dimensione dell'apertura con un settaggio più alto così da essere grande abbastanza per adeguarsi ad ogni richiesta di memorizzazione delle textures in modo che i tuoi giochi/applicazioni possano girare correttamente. Al momento, una regola a naso è quella di dimensionare l'apertura AGP da circa 64MB a 128MB. Aumentando la dimensione di apertura AGP oltre 128MB non è dannoso per la prestazione ma realmente sarebbe ancora meglio mantenere la dimensione dell'apertura ad approssimativamente 64MB-128MB così che la tabellaGART non sia troppo grande. Così' come aumentare la quantità di RAM sulla mainboard e la compressione della texturs diventa un luogo comune, non c'è nessun bisogno per la dimensione dell'apertura AGP di incrementare oltre 64MB. Quindi, si raccomanda di settare l'AGP Aperture Size a 64MB o al massimo, a 128MB.


AGP 2X Mode
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa caratteristica del Bios abilita o disabilita il protocollo di trasferimento AGP2X. L'AGP1X standard usa solo il picco del segnale AGP per il trasferimento dei dati. A 66MHz, esso trasla in un bandwidth di 264MB/s. Abilitare il modo AGP2X raddoppia il bandwidth trasferendo i dati sia sul picco che sulla caduta del del segnale. Perciò, mentre la velocità di clock del bus AGP rimane ancora a 66MHz, il l'effettivo bandwidth del bus è raddoppiato. Questo è lo stesso metodo dal quale UltraDMA 33 deriva la sua alta prestazione.
Tuttavia sia il chipset della motherboard che la scheda grafica, devono supportare i trasferimenti AGP2X prima di poter usare il protocollo di trasferimento AGP2X. Se la tua scheda grafica supporta il trasfert AGP2X, abilita il modo AGP 2X per un maggiore transfer rate AGP. Disabilitala solo se hai problemi di instabilità (specialmente con le motherboard Super Socket 7) o se intendi overclockare il bus AGP oltre 75MHz e non puòi disabilitare il sidebanding.

AGP Master 1WS Read
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Per default, il device del busmastering AGP aspetta almeno 2 stati di attesa o cicli clock AGP prima di avviare un'operazione di lettura. Questa opzione del Bios ti permette di ridurre il ritardo a 1 solo stato di attesa o ciclo clock. Per migliorare la prestazione AGP di lettura, abilita questa opzione ma disabilitala se ci sono strane anomalie della grafica come effetti wireframe e pixel artefatti dopo avere abilitato questa opzione.

AGP Master 1WS Write
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Per default, il device del busmastering AGP aspetta almeno 2 stati di attesa o cicli clock AGP prima di cominciare un'operazione di scrittura. Questa opzione del Bios ti permette di ridurre il ritardo a 1 solo stato di attesa o ciclo clock. Per migliorare la prestazione AGP di scrittura, abilita questa opzione ma disabilitala se ci sono strane anomalie della grafica come effetti wireframe e pixel artefatti dopo avere abilitato questa opzione.

USWC Write Posting
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

L'USWC o Uncacheable Speculative Write Combination migliora la prestazione per i sistemi con Pentium Pro (e possibilmente anche gli altri microprocessori P6) con schede grafiche che hanno un framebuffer lineare (tutte quelle nuove). Combinando i più piccoli dati scritti in 64-bit di scrittura, riduce il numero di operazioni richieste per una particolare quantità di dati da trasferire nel framebuffer lineare della scheda grafica.
Comunque, esso può causare dei problemi come alterazione della grafica, crashes, problemi di avvio etc.. se la scheda grafica non supporta tale caratteristica.
Inoltre, prove che usano FastVid (in un vecchio articolo - The Phoenix Project) hanno mostrato che tale settaggio possibilmente può ridurre la prestazione, invece di aumentarla! Questo è stato osservato con la motherbuard Intel 440BX.
Quindi, se stai usando un Pentium Pro o una motherboard basata su più vecchio chipsets, abilitala per una prestazione grafica più veloce. Se possiedi una recente motherboard, puòi provare ad abilitarla ma cerca di fare alcuni tests per determinare se questa caratteristica migliora realmente la prestazione. È abbastanza possibile che non serva a nulla o che riduca la prestazione.


Spread Spectrum
Opzioni: Abilitato, Disabilitato, 0.25%, 0.5%, Smart Clock

Quando il generatore clock della motherboard pulsa, i valori estreami (punte) degli impulsi crea il fenomeno EMI (Electromagnetic Interference).
La funzione Spread Spectrum riduce la generazione EMI modulando gli impulsi così che i picchi siano ridotti e appiattiti. Così facendo si varia la frequenza in modo da non usare una particolare frequenza per più di un momento. Questo riduce i problemi d'interferenza con le altre elettroniche nell'area.
Comunque, mentre abilitare lo Spread Spectrum decresce l'EMI, la stabilità del sistema e la prestazione possono essere leggermente compromesse. Questo può essere specialmente vero con devices critici come i devices clock-sensitive SCSI.
Alcuni BIOSes offrono un'opzione Smart Clock. Invece di modulare la frequenza degli impulsi nel tempo, Smart Clock spegne i segnali dell'AGP, del PCI e della SDRAM quando non sono usati. Così, l'EMI può essere ridotto senza compromettere la stabilità del sistema. Inoltre, usando lo Smart Clock si può anche ridurre il consumo.
Se non hai problemi di EMI, lascia il settaggio ad Disabilitato per una maggiore stabilità del sistema e una ottimale prestazione. Ma se sei afflitto da EMI, usa il settaggio di Smart Clock se possibile e setta su Abilitato o su uno dei due altri valori se Smart Clock non è disponibile. I valori percentuali denotano la quantità di distorsione (variazione) che il Bios compie sulla frequenza di clock. Quindi, un valore più basso (0.25%) è ovviamente meglio per la stabilità del sistema mentre un valore più alto (0.5%) è meglio per la riduzione dell' EMI.


Auto Detect DIMM/PCI Clk
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa funzione è simile all'opzione Smart Clock della funzione di Spread Spectrum. Il Bios esamina l'AGP, il PCI e l'attività dell'SDRAM. Se non ci sono schede in quegli slots, il Bios spegne gli adeguati segnali clock dell'AGP, PCI o della SDRAM. E quando non c'è attività negli slots occupati dall'AGP / PCI /SDRAM, il Bios spegne anche quei segnali di clock.
In questo modo, l'EMI (Electromagnetic Interference) può essere ridotta senza compromettere la stabilità del sistema. Questo permette anche di ridurre il consumo del computer poichè verranno alimentati solo i componenti che stanno operando.
Inoltre, se non hai problemi di EMI, lascia il settaggio a Disabilitato per una maggiore stabilità di sistema e prestazione ottimale. Abilitalo solo se sei afflitto da EMI o se devi risparmiare potenza.


Flash BIOS Protection
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa funzione protegge il Bios da danni accidentali provocati da utenti non autorizzati o da virus del computer. Quando abilitata, i dati del BIOS' non si possono modificare quando si tenta di aggiornare il Bios con una Flash utility. Per aggiornare il Bios, dovrai disabilitare la funzione Flash BIOS Protection.
Dovresti sempre abilitare questa funzione. L'unica volta che la devi disabilitare è quando vuoi aggiornare il Bios.
Dopo avere aggiornato il Bios, immediatamente riabilitala per proteggerti dai virus.


Hardware Reset Protect
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa funzione è utile per file server e routers, ecc. che hanno bisogno di stare in attività 24 ore al giorno. Quando abilitata, il bottone di resete dell'hardware del sistema non funzionerà. Questo evita la possibilità di qualsiasi casuale azzeramento. Quando è settato come Disabilitato, il bottone di reset funzionerà in modo normale.
È raccomandato di lasciarla Disabilitato se non lavori su un server e se non hai bambini che amano solo premere il piccolo bottone rosso.


DRAM Read Latch Delay
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa è una funzione del Bios che introduce un piccolo ritardo prima che il sistema legga i dati da un modulo DRAM. Questa caratteristica è stata aggiunta per facilitare l'uso dei moduli SDRAM speciali che hanno tempi insoliti. Non hai bisogno di abilitare questa caratteristica se non hai crash di sistema strani che credi siano dovuti all'instabilità della memoria.
Quindi, è raccomandato di lasciarla come Disabilitato se non hai problemi di stabilità del sistema. In quel caso, puòi abilitare questa funzione del Bios per vedere se il tuo modulo DRAM è uno di quelli con tempi insoliti e correggere quel problema.


DRAM Interleave Time
Opzioni: 0ms, 0.5ms

Questa funzione del Bios controlla il tempo di lettura del prossimo banco di dati quando viene abilitato DRAM Interleave o SDRAM Bank Interleave. Naturalmente, minore è il tempo, più velocemente i moduli DRAM possono interscambiare dati e di conseguenza, si migliora la prestazione.
Quindi, si raccomanda di settare il tempo il più basso possibile per migliorare la prestazione della DRAM. Aumentan il tempo di interleave della DRAM solo se hai problemi di instabilità del sistema.


Byte Merge
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Byte merging prende le scritture a 8-bit o 16-bit dalla Cpu al bus PCI in un buffer dove accumula ed unisce scivendo a 32-bit. Il chipset scrive allora i dati nel buffer al bus PCI quando può. Come puòi vedere, unire le scritture a 8-bit o 16-bit riduce il numero delle operazioni PCI, liberando su così la bandwidth e la Cpu.
Quindi, si raccomanda di abilitare questa caratteristica per migliore la prestazione della PCI.


PCI Pipeline / PCI Pipelining
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa funzione del Bios combina la pipeline della PCI o della Cpu con byte merging.
Byte merging è usato allora per migliorare la prestazione della scheda grafica. Questa funzione controlla la caratteristica di byte-merge per i cicli del framebuffer. Quando Abilitata, il controllore ispeziona gli otto segnali di CPU Byte Enable per determinare se i dati bytesi letti dal bus PCI dalla Cpu possono essere uniti.
Quindi, si raccomanda di abilitare questa caratteristica per migliore la prestazione della tua scheda grafica PCI. Inoltre anche gli altri devices PCI possono trarre profitto da questa caratteristica.


Onboard IDE-1 Controller
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa opzione consente di attivare/disattivare il primo canale IDE del controller IDE contenuto sulla mainboard. Dovresti lasciarlo abilitato se stai usando questo canale IDE. Disabilitandolo si eviterà il non funzionamentoche dei devices IDE collegati a questo canale.
Se non hai dei devices IDE collegati a questa porta (o se stai usando una scheda SCSI / IDE esterna), puòi disabilitare questo canale IDE per liberare un IRQ per altri usi.


Onboard IDE-2 Controller
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa opzione consente di attivare/disattivare il secondo canale IDE del controller IDE contenuto sulla mainboard. Dovresti lasciarlo abilitato se stai usando questo canale IDE. Disabilitandolo si eviterà il non funzionamentoche dei devices IDE collegati a questo canale. Se non hai dei devices IDE collegati a questa porta (o se stai usando una scheda SCSI / IDE esterna), puòi disabilitare questo canale IDE per liberare un IRQ per altri usi.


Master/Slave Drive PIO Mode
Opzioni: 0, 1, 2, 3, 4, auto

Questa caratteristica si trova di solito sotto l'opzione Onboard IDE-1 Controller o Onboard IDE-2 Controller. Essa è collegata ad uno dei canali IDE così se ne disabilita uno, la corrispondente opzione Master/Slave Drive PIO Mode per quel canale IDE o scompare o non è selezionabile.
Questa caratteristica ti permette di settare il PIO (Programmed Input/Output) mode per i due devices IDE (drives Master e Slave) connessi a quel particolare canale IDE. Normalmente, dovresti lasciarlo come Auto e dovresti consentire al Bios di scoprire il PIO mode del drive IDE. Dovresti settarlo manualmente solo per le seguenti ragioni:
- se il Bios non può scoprire il Pio mode corretto e se vuoi tentare di avviare il device IDE con un PIO mode più alto per il fatto di aver overclockato il bus PCI ed uno o più devices IDE non può funziona propriamente (puòi correggere il problema usando un PIO mode più lento)
Nota che overclockare il transfer rate del PIO può provocare la perdita dei dati.
Sotto è riportata una tavola dei diversi tranfer rate del PIO e la loro corrispondente massima prestazione.
PIO Data Transfer Mode Maximum Throughput (MB/s)
PIO Mode 0 3.3
PIO Mode 1 5.2
PIO Mode 2 8.3
PIO Mode 3 11.1
PIO Mode 4 16.6



Master/Slave Drive UltraDMA
Opzioni: Auto, Disabilitato

Questa caratteristica si trova di solito sotto l'opzione Onboard IDE-1 Controller or Onboard IDE-2 Controller. È collegato ad uno dei canali di IDE così se disabiliti uno, il Master/Slave Drive Estreamista corrispondente l'opzione di DMA per quel canale di IDE o scompare o è resa grigio fuori.
Questa caratteristica ti permette di abilitare o disabilitare il supporto UltraDMA (se disponibile) per i due devices IDE (drives Master e Slave) connessi a quel particolare canale IDE. Normalmente, dovresti lasciarlo come Auto e consentire al Bios di scoprire se il drive supporta l'UltraDMA. Se lo fa, saranno abilitati per quel drive il corretto modo di trasferimento UltraDMA, permettendogli di gestire dati fino a 100MB/s.
Dovresti disabilitarlo solo se ci sono guasti.
Nota che settandolo ad Auto non abilita l'UltraDMA o qualsiasi modo del DMA più lento per i devices IDE che non supportano l'UltraDMA.
Inoltre, perché qualsiasi modo DMA possa lavorare (incluso i modi UltraDMA), dovrai abilitare il trasferimento DMA sal sistema Operativo. In Win9x può essere fatto segnando il checkbox DMA nella finestra delle proprietà di quel drive IDE.
Sotto è riportata una tavola di diversi transfer rate del DMA e le loro rispettive massime prestazioni.

DMA Transfer Mode Maximum Throughput (MB/s)
DMA Mode 0 4.16
DMA Mode 1 13.3
DMA Mode 2 16.6
UltraDMA 3 333.3
UltraDMA 6 666.7
UltraDMA 100 100.0


Ultra DMA-66/100 IDE Controller
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa opzione ti permette di abilitare o disabilitare il controller onboard addizionale UltraDMA 66/100 (se disponibile). Questo non include il controller built-in IDE di Intel ICH1 e i i chipsets ICH2 di VIA che già supportano l'UltraDMA 66/100. Questa funzione è solo per il controller addizionale IDE (da HighPoint o Promise) che è stato incluso onboard sulla motherboard, oltre al controller built-in IDE del chipset.
Se hai uno o più devices IDE connessi a questo controlle UltraDMA 66/100, dovresti abilitare questa funzione per essere capace di usare quei devices IDE. Dovresti disabilitarlo solo per le seguenti ragioni:
- se non hai qualsiasi device IDE connesso ad un controller aggiuntivo UltraDMA 66/100 o se la tua motherboard non ha un controller aggiuntivo UltraDMA66/100 onboard per la localizzazione dei guasti. Nota che disabilitando questa funzione si può velocizzare la procedura di avvio. Questo perché il Bios del controller IDE non sarà caricato e non ci sarà così bisogno di aspettarre la richiesta dei devices IDE sui suoi canali IDE. Così se non lo usi, pèotrebbe essere meglio disabilitarlo.



USB Controller
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa funzione è simile ad Assign IRQ For USB. Abilita o disabilita l'allocazione IRQ per l'USB (Universal Serial Bus). Abilitala se stai usando un device USB. Se la disabiliti usando un device USB, puòi avere dei problemi per il funzionamento dei device. Comunque, se non usi i devices USB, setta l'opzione ad Disabilitato. Libererà un IRQ cho potrà essere usato per altri devices.

 

USB Keyboard Support
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa funzione abilita o disabilita il supporto per una tastiera USB. Abilitala se stai usando una tastiera USB. Altrimenti, disabilitala.


USB Keyboard Support Via
Opzioni: OS, BIOS

Questa opzione determina se la tastiera USB è supportata dal il sistema operativo o dal Bios. Il supporto dal Sistema Operativo offre una migliore funzionalità ma al costo di una funzionalità nulla sotto DOS. Quindi, se usi modo vero DOS, setta l'opzione dal Bios così da poter usare la tastiera USB in DOS senza il bisogno di installare un driver.


Init Display First
Opzioni: AGP, PCI

Se stai usando più di una scheda grafica, questa funzione ti consente di scegliere se usare la scheda grafica AGP o la scheda grafica PCI come scheda grafica primaria. Questo è utile per gli utenti che installano più di una scheda grafica ma che usano un solo monitor. Questo gli consentirà di scegliere se lanciare il sistema usando la scheda grafica AGP o la scheda grafica PCI.
Se stai usando solo una scheda grafica, allora il Bios sene accorgerà e si avvierà normalemente, indipendentemente da come hai settato l'opzione. Ci può essere comunque, una leggera velocizzazione dell'inizializzazione se hai settato questa funzione con il suo settaggio corretto. Questo vuole dire se usi solo una scheda grafica AGP, quando setti Init Display First to AGP, puòi risparmiare un po' di tempo sull'avvio.


KBC Input Clock Select
Opzioni: 8MHz, 12MHz, 16MHz

Questa funzione ti permette di aggiustare il clock della tastiera per una migliore risposta o di correggere un problema della tastiera. Dovresti settarla a 16MHz per un miglior tempo di risposta. Ma se la tastiera diventa instabile o non riesce ad inizializzare, prova una velocità di clock più bassa.


Power On Function
Opzioni: Button Only, Keyboard 98, Hot Key, Mouse Left, Mouse Right

Questa funzione ti permette di settare il modo in cui può essere acceso il tuo sistema. Normalmente dovrebbe essere settato su Button Only così che possa avviarsi solo se usi il bottone di avvio posto sul telaio.
Altre opzioni alternative comprendono l'avvio del sistema usando la tastiera (se viene supportata la tastiera standard 98), un tasto HotKey, (per altre tastiere standard) o il mouse. Nota che solo i mouse PS/2 supportano questa funzione.
Alcuni mouse PS/2 non possono supportare questa funzione a causa di un problema di incompatibilità. Neanche i mouse che usano la porta COM e la connessione USB funzioneranno con questa funzione di tastiera. L'opzione Keyboard 98 lavorerà solo se hai installato Windows 98 e se hai la tastiera adatta. Allora potrai usare un tasto della tastiera per avviare il sistema. Le vecchie tastiere non hanno il tasto il tasto speciale. Ci sono dodici tasti funzione disponibili: da Ctrl-F1 a Ctrl-F12. Seleziona il tasto funzione che vuoi e potrai avviare il computer usando questo tasto. Comunque, se la tua tastiera è troppo vecchia, questa funzione non può lavorare.


Onboard FDD Controller
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa funzione ti permette di abilitare o disabilitare il controller onboard del floppy drive. Se stai usando un floppy drive connesso al controller onboard, allora lascialo sul settaggio di default Abilitato. Ma se stai usando un controller aggiuntivo FDD o se non stai usando nessun floppy drive, settalo ad Disabilitato per risparmiare un IRQ.


Onboard Serial Port 1/2
Opzioni: Disabilitato, 3F8h/IRQ4, 2F8h/IRQ3, 3E8h/IRQ4, 2E8h/IRQ3, 3F8h/IRQ10, 2F8h/IRQ11, 3E8h/IRQ10, 2E8h/IRQ11, Auto

Questa caratteristica ti permette di disabilitare la porta seriale onboard o di selezionare manualmente l'indirizzo I/O ed IRQ. Normalmente, dovresti lasciarla su Auto così che il Bios possa selezionare i migliori settaggi ma se hai bisogno di un particolare IRQ che sia preso da questa porta seriale, puòi selezionare manualmente un IRQ alternativo. Se non stai usando questa porta seriale, puòi disabilitarlo anche per risparmiare un IRQ.


Onboard IR Function
Opzioni: IrDA (HPSIR) mode, ASK IR (Amplitude Shift Keyed IR) mode, Disabled

Questa caratteristica si trova di solito sotto l'opzione Onboard Serial Port 2. Essa è connessa alla porta seriale 2 così se disabiliti la porta seriale 2, questa caratteristica scomparirà dallo schermo o apparirà grigià.
Ci sono due diversi modi IR (Infrarosso). Scegli quell'o adatto per il collegamento all'apparecchiatura esterna. Nota che questa caratteristica richiede che un connettore IR sia collegato sulla testa IR fornta sulla motherboard.


Duplex Select
Opzioni: Full-Duplex, Half-Duplex

Questa caratteristica si trova di solito sotto l'opzione Onboard Serial Port 2. Essa è connessa alla porta seriale 2 così se disabiliti la porta seriale 2, questa caratteristica scomparirà dallo schermo o apparirà grigià.
Questa caratteristica ti permette di determinare il modo di trasmissione del porta IR. Selezionare Full-Duplex permetterà la trasmissione a due vie simultanee, come una conversazione telefonica. Selezionando la trasmissione Half-Duplex consentirà la trasmissione in una sola direzione. Così, il modo Full-Duplex è più veloce e molto più richiesto. Comunque, consulta il tuo manuale IR delle periferiche per determinare se sia supportato il modo Full-Duplex.


RxD, TxD Active
Opzioni: Alto, Basso

Questa caratteristica si trova di solito sotto l'opzione Onboard Serial Port 2. Essa è collegata alla porta seriale 2 così se disabiliti la porta seriale 2, questa caratteristica scomparirà dallo schermo o apparirà grigià.
Questa caratteristica ti consente di settare la polarità di ricezione/trasmissione dell'IR a High o Low. Dovresti consultare la documentazione della periferica IR per determinare la polarità corretta.


Onboard Parallel Port
Opzioni: 3BCh/IRQ7, 278h/IRQ5, 378h/IRQ7, Disabilitato

Questa funzione ti permette di scegliere l'indirizzo I/O ed IRQ della porta parallela onboard. L'indirizzo di default I/O 378h ed IRQ7 dovrebbe funzionare bene in diversi casi così se non hai nessun problema, dovresti lasciare i settaggi di default. Seleziona un indirizzo alternatifo I/O e IRQ solo se riscontri dei problemi di configurazione con la porta parallela.


Parallel Port Mode
Opzioni: ECP, EPP, ECP+EPP, Normal (SPP)

Questa caratteristica si trova sotto l'opzione della porta parallela Onboard.
È connessa alla porta parallela in modo che , se disabiliti la porta parallela, questa caratteristica scomparirà dallo schermo o apparirà grigià.
Ci sono quattro opzioni. Il valore di default è Normal (SPP) che funzionerà con tutto i devices della porta parallela ma sarà molto lenta. Sono disponibili due modi bidirezionali più veloci, vale a dire i modi ECP (Enhanced Com Port) ed EPP (Enhanced Parallel Port). ECP usa il protocollo DMA per realizzare dei tranfer rateo dei dati fino a 2.5Mbits/s e fornisce una comunicazione bidirezionale simmetrica. D'altra parte EPP usa i segnali della porta parallela esistente per fornire la comunicazione bidirezionale asimmetrica.
Generalmente, poichè si usano i canali FIFOs e DMA, ECP è ottimale per grandi trasferimenti di dati (utile per scannere e stampanti). D'altra parte EPP è ottima con collegamenti che alternano frequentemente le direzioni (come i drive della porta parallela). Questo consiglio è stato preso da Jan Axelson's Parallel Port FAQ di gennaio così lo puòi controllare se vuoi ulteriori informazioni sulle porte parallele. Comunque, il fabbricante della tua porta parallela periferica ha potuto designare un modo della porta parallela preferito. In ogni caso è meglio seguire le sue raccomandazioni. Per quelli che non sanno che modo scegliere ma almeno sanno che il loro device della porta parallela supporta il trasferimento bidirezionale, il Bios offre il modo ECP+EPP. Se selezioni questo modo, allora il device della porta potrà usare uno dei due modi. Comunque, questo dovrebbe essere considerato come un ultima risorsa in quanto può essere superfluo utilizzare inutilmente un IRQ (se il tuo device non usa ECP) o il tuo Bios non può selezionare il modo migliore per la porta parallela del device. Se possibile, setta la porta parallela nel modo di trasferimento idoneo.

ECP Mode Use DMA
Opzioni : Channel 1, Channel 3

Questa caratteristica si trova di solito sotto l'opzione Parallel Port Mode. Essa è connessa a questa opzione così se non abiliti il modo ECP o il modo ECP+EPP, questa caratteristica scomparirà dallo schermo o apparirà grigià.
Puoi usare questa caratteristica per scegliere il canale DMA a te gradito. Normalmente, il valore di default del DMA Channel 3 funzionerà ottimamente. Dovresti selezionare solo il valore alternativo Channel 1 se c'è conflitto con un'altro device.

EPP Mode Select
Opzioni: EPP 1.7, EPP 1.9

Questa caratteristica si trova solitamente sotto l'opzione Parallel Port Mode.
Essa è collegata a questa opzione così se non abiliti il modo EPP o il modo ECP+EPP, questa caratteristica scomparirà dallo schermo o apparirà grigià.
Puoi usare questa caratteristica per scegliere che versione EPP usare. Io non riuscivo a capire la differenza tra la versione 1.7 e la 1.9 ma penso che la versione 1.9 è migliore e più veloce della versione 1.7. Quindi, raccomando solo per mancanza di migliori informazioni, di selezionare EPP 1.9 se possibile ma passa a EPP 1.7 se il tuo device ha dei problemi col collegamento.

PNP/PCI CONFIGURATION


PNP OS Installed
Opzioni: Yes, No

Se tutti i tuoi sistemi operativi supportano il Plug & Play (PnP), seleziona YES così che essi possano prendere la gestione delle risorse del device. Se stai usando un OS non-PnP o non tutti i sistemi operativi che stai usando supportano il PnP, seleziona NO per lasciare al Bios la scelta. Nota che Windows 2000 funziona con ACPI anche quando viene settato PnP OS Installed su Abilitato. Accertati solo di disabilitare l'Advanced Power Management (APM). Queste informazioni sono state date da Alex. Alex ha fornito anche un link ad un articolo della Microsoft su come settare il supporto ACPI per Windows 98.
Comunque, la Microsoft raccomanda di disabilitare PnP OS Installed, solo per metterti al sicuro.
Per gli utenti Linux, Jonathan ha il seguente consiglio - Anche se Linux non è realmente PnP compatibile, molte persone usano un pezzo di software chiamato ISAPNPTOOLS per settare le schede ISA. Se hai PnP OS settato su NO, il Bios tenterà di configurare la scheda ISA. Questo non ti permette di lavorare con Linux, tuttavia ancora hai bisogno di usare qualche cosa come ISAPNPTOOLS. Comunque, avendo il Bios ed ISAPNPTOOLS che tenta di configurare le schede ISA si può arrivare a capire quali sono i problemi dove i due non sono d'accordo.
La soluzione? Setta PnP OS a YES, e lascia che ISAPNPTOOLS si prenda cura delle schede ISA in Linux, in quanto la configurazione del Bios delle schede ISA non lavora per Linux in nessun modo.
La maggior parte delle volte, non ci sarà probabilmente differenza, ma possono esserci dei problemi, e Linux funzionerà con PnP OS sempre settato a YES.


Force Update ESCD / Reset Configuration Data
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

ESCD (Extended System Configuration Data) è una caratteristica Plug & Play del BIOS che memorizza gli IRQ, DMA, I/O e le configurazioni della memoria di tutte le schede ISA, PCI ed AGP nel sistema (PnP o altrimenti). Normalmente, dovresti lasciare il settaggio a Disabilitato.
Ma se hai installato una nuova scheda e la conseguente riconfigurazione del sistema provoca un conflitto serio di risorse (come risultato non riesce a partire il sistema operativo), allora dovresti abilitarlo così che il Bios si resetterà e riconfigurerà i settaggi per tutte le schede PnP nel sistema durante l'avvio. Il Bios resetterà automaticamente il settaggio a Disabilitato al prossimo riavvio.

Resource Controlled By
Opzioni: Auto, Manuale

Il Bios ha la capacità di configurare automaticamente tutto l'avvio e tutti i devices Plug & Play compatibili. Normalmente, dovresti settarlo ad Auto, così che il Bios possa assegnare automaticamente gli IRQs ed i canali del DMA. Come risultato tutti i campi di assegnazione degli IRQ e dei DMA dovrebbero scomparire.
Ma se riscontri dei problemi assegnando automaticamente le risorse dal Bios, puòi selezionare Manual per mostrare i manpi di assegnazione degli IRQ e dei DMA. Allora puòi assegnare ogni canale IRQ o DMA ad ogni device Legacy ISA o PCI/ISA PnP.
I device Legacy ISA sono conformi con le specifiche del originale PC AT e richiedono uno specifico canale interrupt / DMA per funzionare adeguatamente. I decuices PCI/ISA PnP, d'altra parte aderiscono allo standard Plug & Play e si può usare qualsiasi canale interrupt / DMA.

Assign IRQ For VGA
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Molte schede grafiche acceleratrici ad alto profilo adesso richiedono un IRQ per funzionare adeguatamente. Disabilitando questa caratteristica con tali schede si potrebbe causare una impropria operazione and/or abbassando la prestazione. Così, è meglio assicurarsi di varla abilitata se pensi di avere problmeni con la tua scheda grafica.
Alcune schede a basso profilo comunque normalmente non hanno bisogno, di un IRQ per funzionare. Leggi la documentazione della tua scheda grafica (manuale). Se afferma che la scheda non richiede IRQ, allora puòi disabilitare questa caratteristica per usare un IRQ per altri cose. Quando sei incerto, è meglio lasciarla abilitata se non hai realmente dell'IRQ.


Assign IRQ For USB
Opzioni: Abilitato, Disabilitato

Questa funzione è simile all'USB Controller. Essa abilita o disabilita l'allocazione IRQ per l'USB (Universal Serial Bus). Abilitala se stai usando un device USB. Se la disabiliti mentre stai usando un device USB, puòi avere dei problemi per il funzionamento del device. Comunque, se non usi i devices USB, setta l'opzione ad Disabilitato. Libererà un IRQ che potrai usare per altri devices.

PCI IRQ Activated By
Opzioni: Affila, Livello

Questa è una caratteristica del Bios raramente vista che ti permette di settare il metodo col quale gli IRQs per le tue schede PCI vengono attivate / triggerate. Le schede ISA e le vecchie PCI sono Edge triggered (usano una sola tensione) mentre le più nuove PCI e le schede AGP sono Level triggered (usano livelli di tensione multipli).
Da quando son stati introdotti i devices PCI, il settaggio richiesto è Edge perché nessun vecchi device PCI supportava allora la condivisione degli IRQ. Comunque, adesso che quasi tutti i device PCI supportano la condivisione delgi IRQ e gli IRQs di solito sono in caranza, è meglio settarlo come Level così che i tuoi devices PCI possano condividere gli IRQs. Quindi, settalo a Level se non stai usando una vecchia scheda edge-triggered PCI.
PIRQ_0 Use IRQ No. ~ PIRQ_3 Use IRQ No.
Opzioni: Auto, 3, 4, 5, 7, 9, 10, 11, 12, 14, 15
Questa caratteristica ti permette di settare manualmente l'IRQ per un particolare device installato sui bus AGP e PCI. Questo è particolarmente utile quando stai trasferendo un hard disk da un computer ad un altro; e non devi reinstallare il tuo OS e ritrovare i settaggi IRQ. Quindi, specificando gli IRQ per i devices con i settaggi originali, puòi eludere molti problemi di configurazione dopo avere installato l'hard disk in un nuovo sistema.
Nota- Se specifichi un particolare IRQ, non puòi specificare lo stesso IRQ per il bus ISA. Se lo fai, provocherai un conflitto hardware.
Ogni slot PCI è capace di attivare fino a 4 interrupt - INT A, INT B, INT C ed INT D
Lo slot AGP è capace di attivare fino a 2 interrupt - INT A ed INT B
In ogni slot normalmente è allocato, INT A. Gli altri interrupt sono come riserve nel caso il device PCI/AGP richiedesse più di un IRQ o se l'IRQ richiesto è stato già usato.
Lo slot AGP e lo slot PCI #1 condividono gli stessi slot IRQs PCI #4 e lo slot #5 condivide lo stesso IRQs USB usato PIRQ_4
Sotto è riportata una tabella delle relazioni tra PIRQ ed INT: SignalsAGP Slot PCI
Slot 1 PCI
Slot 2PCI
Slot 3PCI
Slot 4 PCI
Slot 5
PIRQ_0 INT
AINT
DINT
CINT
B
PIRQ_1INT
BINT
AINT
DINT
C
PIRQ_2INT
CINT
BINT
AINT
D
PIRQ_3INT
DINT
CINT
BINT
A

Osserverai che gli interrupts sono distribuiti così che non ci siano facilmente conflitti. Inoltre, poichè lo slot AGP e lo slot PCI 1 condivide lo stesso gruppo di IRQs, è meglio usare solo uno di quei due slots se non hai altri slots da usare. Lo stesso dicasi per gli slot PCI 4 e 5.
Normalmente, dovresti lasciarlo solo come Auto. Ma se hai bisogno di assegnare un particolare IRQ ad un device AGP o al bus PCI, ecco come puòi avvalerti di questa caratteristica del Bios. Prima di tutto, controlla su quale slot il device è localizzato. Poi, controlla la tabella sopra riportata per determinare quale è il suo PIRQ primario. Per esempio, se hai una scheda di rete PCI nello slot 3 PCI, la tabella mostra che il suo PIRQ primario è PIRQ_2 poichè tutti gli slots sono prima allocati su INT A quando possibile.
Dopo di ciò, seleziona l'IRQ che devi usare per quello slot assegnandolo al PIRQ adatto. Se la scheda di rete (nell'esempio sopra) richiede IRQ 7, allora setta PIRQ_2 per usare IRQ 7. Il Bios allocherà allora IRQ 7 allo slot PCI 3. È questo è facile! Solo ricorda che il Bios tenterà di allocare il PIRQ connesso a INT A per ogni slot. Quindi, lo slot AGP e lo slot PCI 1 's primario PIRQ è PIRQ_0 mentre lo slot PCI 2's primario PIRQ è PIRQ_1 e così via.
È solo una questione di collegare l'IRQ che vuoi al PIRQ corretto per quello slot.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 04 Marzo 2009 09:08 )  
Loading

Login